giovedì 28 ottobre 2010

the sound of silence



Al mattino innesto il pilota automatico e arrivo al lavoro ascoltando notiziari o musica e pensando ai fatti miei. Non so se dormo mentre guido o se guido mentre dormo. (che sia la stessa cosa?)
Il mio tragitto preferito è quello che mi fa percorrere le strade più secondarie che ci siano. Tutto un su e giù per le colline.
Stamattina una macchina che proviene dal senso opposto si ferma per darmi la precedenza prima di svoltare e imboccare una strada su per i bricchi. C'è una donna alla guida, mi guarda mentre io la guardo. Mi fa un cenno di saluto ... chi sarà mai?
E' una giovane donna. Ha dei bei capelli vaporosi, castano chiari, che creano un effetto contrasto col nero lucidissimo della carrozzeria. Direi che è una bella donna. Più giovane, più bella, più chiara di me. Sarà anche più felice di me, ci scommetto. Più tutto, insomma.
L'automobile è più alta più nera e più lucida della mia, uno di quei macchinoni che per salire ci vuole la scaletta dell'aereo.
Chi sarà mai? Potrebbe essere una di quelle sciurazze riccazze che vanno in giro col suv a spendere i soldi del maritazzo perchè non cianno un cazzaccio da fare.
Purtuttavia pare un tipo simpatico, non ha l'aria di una bambocciona che se la tira. Ma perchè mi avrà salutato? E dove cavolo starà andando? Su per quei bricchi non ci sono nè negozi nè posti di lavoro nè scuole dove portare i figli, solo castagne, di questa stagione, e ho i miei dubbi che una donna perda il suo tempo a farsi i capelli vaporosi quando deve solo andare a far castagne.
.... mmmm.... l'unica possibilità è che abbia una tresca con quel pittore che abita su di lì.
Sì, di sicuro è così.

Hello darkness my old friend ... è la radio? I’ve come to talk with you again ... è il cidì? Because a vision softly creeping .... ah, il cellulare. Chi cacchio mi cerca a quest'ora? E' emme, che vorrà mai?
-ciao, sorella, non si saluta?-
-quando?
- trenta secondi fa. Perchè, non mi hai vista?
(ah, ecco chi era!)
- Perchè tradisci tuo marito?
tut, tut, tut.
lo sapevo, che avrei dovuto fare l'investigatrice.
hello darkness my old friend....
eccola, che richiama.
- cosa diavolo stavi blaterando a proposito di corna?
- guarda che non ti ho riconosciuta subito ma ti ho vista, che svoltavi per via dei bricchi
- bè certo andavo a portare simo dalla nuova baby sitter
- hai assunto come baby sitter la moglie del pittore? Non ci posso credere! Ma ti rendi conto...
- posso farti una domanda?
- fammela! (vorrà chiedermi perchè non mi faccio i cazzi miei)
- perchè hai sospeso la terapia?

Hello darkness, my old friend,
I’ve come to talk with you again,
Because a vision softly creeping,
Left it’s seeds while I was sleeping,
And the vision that was planted in my brain
Still remains
Within the sound of silence.

Salve oscurità, mia vecchia amica

ho ripreso a parlarti ancora
perchè una visione che fa dolcemente rabbrividire
ha lasciato in me i suoi semi mentre dormivo
e la visione che è stata piantata nel mio cervello
ancora persiste
nel suono del silenzio

3 commenti:

  1. Questa volta ci hai sbattuto su l'etichetta giusta, giustissima, giustò: "cazzeggio".
    Ma è bello sentirti cazzeggiare dopo tante ambasce, voglio dire se torni a dire stronzate vuol dire che sei vicina alla tua migliore forma.
    Ah ah ah ah ah ah ah!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Dunque: appena vedi una bella gnocca, rossa e focosa di primo mattino scalare con un SUV un costone montano, pensi che abbia fatto il bagno nel profumo erotizzante e che vada fresca fresca alla sua tresca.
    E non riconosci nemmeno tua sorella! Nemmeno il suo SUV nero!
    Facevi veramente una terapia?

    RispondiElimina
  2. Adoro questa canzone!
    un saluto

    RispondiElimina
  3. Ma dai, iacoponi, non posso credere che uno scrittore come te non abbia capito dove finiva la realtà e iniziava la finzione.. ;-)
    il dialogo è frutto di fantasia. Mia sorella l'ho riconosciuta un attimo dopo, e l'unica terapia che faccio è quella della lettura e della scrittura. bye!

    ernest, bella, eh? l'incipit mi fa pensare a una persona che ricade nella depressione, sua vecchia conoscenza.

    RispondiElimina

Parla! Adesso o mai più!