giovedì 11 novembre 2010

Che si chiudano le acque, bitte!

Mister Califano batte cassa e chiede casa: con i soldi della siae non ci sta dentro. Versiamo l'obolo, bitte. Tassa più, tassa meno.
Mister Bossi, notoriamente considerato un fine diplomatico, è stato scelto dal capo per chiarire la situazione col suo ex braccio destro: ex fascista ex missino ex pidielllino ex predellino e ormai perfino ex compagno di merende transatlantiche. Stamane, alla radio, ho sentito il giovane rampollo della lega nord Matteo Salvini dire che solo mister celavevoduro avrebbe potuto fare "il miracolo".
Ma quaaaale miracolo??? "Ma di che stiamo parlando?" direbbe Crux di radio 24.
Tra un pò in questo paese l'unico miracolo a cui aspirerà la gente onesta sarà quello della moltiplicazione dei pani e dei pesci.
Anche il miracolo delle acque che si chiudono al passaggio di tutta questa pletora di politicanti da strapazzo, come successe ai soldati egiziani che inseguivano il popolo d'israele, non sarebbe male.
Stasera un ascolatore è intervenuto al programma la zanzara, dicendo che lui ha sempre votato in base alle proprie convinzioni, non in base al proprio tornaconto personale. Cruciani e il suo sciacquino Parenzo gli hanno dato del pirla. Carini!
Per quanto mi riguarda, acque che si chiudono anche sopra giornalisti di questa specie.

5 commenti:

  1. Le uniche acque che dovrebbero chiudersi al "passaggio di tutta questa pletora" di gente da strapazzo, sarebbero quelle dello sciacquone: via di qui nelle fogne, a galleggiare insieme a tutti gli stronzi simili a voi.
    Questa volta non è mia intenzione provocarti, solo accostare la palla accanto al tuo boccino e fare punto.

    RispondiElimina
  2. Si sta diffondendo sempre di più questa abitudine a stravolgere la logica delle cose, il buon senso, l'educazione.
    E' come se fosse in atto una corsa collettiva a chi le spara più grosse, a chi si approfitta maggiormente degli altri, a chi riesce a curare soltanto i propri interessi.
    Ci vuole un sussulto collettivo del buon senso, dell'onestà e dell'educazione.
    Questa sì che sarebbe una rivoluzione...

    RispondiElimina
  3. Sono sempre meno i veri giornalisti...
    un saluto

    RispondiElimina
  4. Giusto! scaricati nelle fogne. Ma poi fermàti da qualche filtro di depuratore, altrimenti quelli se la svignano quatti quatti nel mare, poi evaporano, se ne stanno nella nuvolaglia a riposare per ... poco poco, quanto basta alla memoria corta degli italiani, e in men che non si dica ci ri-scaricano addosso, te li ritrovi a picchiarti sull'ombrello ... toc toc toc... TOCCHETE! Ammazzate che botta! un nuovo partito, inutile e distruttivo quanto un tocco di grandine a forma di supposta! C'è un tizio che sta RI-costruendo lo scudo crociato!

    RispondiElimina
  5. Un tizio lo fa a cielo aperto e si sa chi è, ma tutti gli altri che sotto banco, chi lavorando in proprio, chi facendo finta di passare per caso di lì, chi guardando da un'altra parte, stanno facendo carte false per rimettere in piedi il Grande Carrozzone della DC -Dannazione Comune- quelli sono i più pericolosi.
    Se Dio c'è chiuda adesso le acque.

    RispondiElimina

Parla! Adesso o mai più!