sabato 30 marzo 2013

ultima neve di primavera

Se li osservo in lontananza
con occhi stancamente miopi
là dove penso che abbia inizio la faccenda
sembrano volatili senza più voglia di volare
con un principio di confusione mentale
Uccelli allo sbando poi colpiti a morte dal silenzio di uno sparo
Se li guardo più da vicino
con occhi stancamente presbiti
al di là del vetro della cucina
diventano piume d'oca in caduta libera: un folto gruppo di piumette, 
ognuna con la propria idea di volo
scolaresca di ragazzine adolescenti in assetto anarchico.
Il cielo è un enorme piumone danese disteso sopra questo sfacelo di terra
da un  dio previdente e provvidente 
o aperto con lama tagliente  da un dio malvagio e vendicativo
Rimango in  attesa, in stand by di  pensieri, di movimenti e di suoni,
impaurita dalla possibilità  che il dio malvagio mi scorga, 
intimorita dal sospetto che il dio previdente e provvidente non esista,
alternando il guardare lontano al guardare vicino,
fino a che il silenzio viene spezzato dal rumore raschioso di un badile di ferro
che gratta via la neve dal cortile.



Questa musica mi porta un ricordo indistinto dell' infanzia. Me lo porta per mano - una mano sconosciuta- come un ignaro figlio di nessuno, balbettante e ignudo, fragile embrione  che cerca affetto alla cieca per poi buttare ciò che riceve in un pozzo non sapendo che è senza fondo, e così restando, senza conoscerne il motivo, eternamente  nudo  affamato e questuante.
 

mercoledì 27 marzo 2013

Amicizia è


Mi sento tanto Bersani, di questi giorni.

sabato 23 marzo 2013

gente che impara


Siamo al mondo per imparare.

giovedì 21 marzo 2013

gente che non dorme

Prima di tornare a casa faccio tappa dal mio malmesso padre:

domenica 17 marzo 2013

trentacinque anni dopo

 E' una bella coincidenza il fatto che un ex magistrato sia stato eletto come Presidente del Senato proprio lo stesso giorno della strage di Via Fani.
E che egli abbia ricordato le parole  fuori protocollo di una donna, la moglie di un agente della scorta, parole che anche se ero poco più che adolescente mi rimasero scolpite nel cuore.
E' una bella coincidenza, quasi il caso ci tenesse a sottolineare che nessuno, nè il popolo tantomeno le istituzioni, possono fare a meno del ruolo fondamentale della magistratura.
Tanto per rimarcare che essa è rimasta l'unico cane da guardia dei potenti.
Tanto per non dimenticare che da troppi anni essa è continuamente attaccata e perfino dileggiata da un partito che nella propria agenda politica  ha messo la libertà di delinquere in pole position.


martedì 12 marzo 2013

davanti al tribunale, da piccola



Si spacciava per strumento di correzione, in realtà era uno strumento di tortura. 

venerdì 8 marzo 2013

Thank God It's Friday




 Domani tuo padre deve iniziare una terapia di lasix in endovena.

mercoledì 6 marzo 2013

Tentazione (Székely János)

Sarà che ho un debole per i romanzi di formazione, e un altro debole per le autobiografie, (anche se  forse questa non lo è) e un altro ancora per le piccole storie che si intrecciano con la Storia Grande, con la loro implicita richiesta di riconoscimento e di riscatto, seppur tardivo.