mercoledì 4 luglio 2012

Amore di pomodoro

Ho raccolto i primi pomodori della stagione,  la prima produzione delle mie sei piante di cuore di bue.

Li ho raccolti come prevenzione, prima che  il temporale incipiente li tormentasse in qualche modo. Avevo intenzione di  farlo nel momento in cui li volevo mangiare, ma poi è salito questo vento di tempesta, il cielo che si stava facendo buio si è fatto anche scuro, le porte hanno cominciato a sbatacchiare, i fogli a volare, e una lattina vuota è scappata dal sacco rosa. Quando sono entrata in casa con quattro pomodori in mano, li ho mostrati con orgoglio -come se avessi in mano che so, quattro uccellini salvati dalle grinfie del gatto-  a mio figlio sbarellato sul divano, ma lui non ha dato mostra di condividere il mio entusiasmo.
Li ho messi nel portafrutta insieme a pesche albicocche mele banane. Il rosso sta bene dappertutto, è un gran colore.
Domani a pranzo ne affetterò uno e lo infilerò in una pitta a lavorazione meridionale, con un pizzico di sale e un goccio di olio Ligarò, bottiglia agli sgoccioli, regalata a mia figlia da uno spasimante ormai disilluso. Leccherò con gusto anche il succo oliato che  tenderà a uscire dal bordo del pane appena addentato.
Non mi lavo le mani, ma me le annuso a fondo, perchè adoro l'odore inconfondibile che ti lascia sulla pelle la pianta del pomodoro, l'odore che mio papà emanava  per tutta l'estate, un'estate che finiva quando le piante erano ormai avvizzite e i rari frutti ritardatari cominciavano a perdere sapore.

29 commenti:

  1. questi sono i "cuore di bue"...buonissimi. Hanno un profumo estasiante. buon appetito...

    RispondiElimina
  2. Me li ricordo bene i pomodori....mi ricordo la soddisfazione di mio padre quando arrivava in casa con una bracciata di questi meravigliosi frutti e mi ricordo anche che era impossibile resistere e spesso venivano addentati così, crudi e appena raccolti.Quanti sapori che ci siamo persi e quanti non li hanno mai provati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io da piccola i pomodori li mangiavo direttamente dalla pianta, nell'orto!
      Facevate anche voi le conserve?
      Noi li imbottigliavamo nelle bottiglie dell'olio bertolli, con l'acido salicilico che poi fu ritirato dall'acquisto facile.
      Volevo metterti il link del post sul ricordo della conserva di pomo, ma non lo trovo più!
      Che casino sto blog ...
      Ciao cafècafè

      Elimina
    2. Beh,le conserve erano obbligatorie;ai tempi era peccato mortale comperare prodotti che si potevano produrre in casa.ciao

      Elimina
    3. Anche oggi, con la crisi che c'è!

      Elimina
  3. Io invece devo mirare e rimirare la splendida foto sul tuo post e inghiottire saliva, perché anche attraverso lo schermo e attraverso il web se ne sente il profumo, mentre quelli che qui qualche volta trovi in un supermercato -carissimi come oro zecchino- non sanno di niente e non profumano di niente. Te li puoi strofinare sulle mani, sulla faccia, sulle chiappe ma non esce che l'asettico odore dell'ambiente dove sono stati artificialmente coltivati.
    Anche mia nonna, quando ero piccolo, li coltivava e l'odore se lo portava addosso, vero, vero quello che scrivi.
    Ma tu adesso li hai lì, te li affetti sottili sottili per il verso giusto, ci aggiungi un olio che non conosco ma che chissà quanto è buono e te li sbafi tutti in solitaria....
    Mi fai una rabbia mi fai....:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero vero vero i pomo del super sono di plastica. Io una volta ne ho lasciato uno nella fruttiera per un tempo esagerato e ... non è marcito!!
      Ti ho messo l'acquolina alla bocca?
      Vorrà dire che ti manderò quattro cuore di bue col corriere ;))

      p.s. la foto non è mia, è del web, i miei pomo non sono così fotogenici ... ma buoni ...

      Elimina
    2. Anna Maria ha strappato un rametto di una pianta di zucca chissà più da dove e col giusto metodo -prima in acqua che metta la barbetta, poi nel vaso su terra fresca acquistata- l'aveva piantata e lasciata là senza nemmeno più filarsela. Vedessi che roba che ne è venuta fuori! Una piantona con tantissimi fiori, i fiori di zucca che sono anche buonissimi fritti con la pastella, e adesso si vedono già le zucche e si può dire che AM le stia aspettando orgogliosissima. Noi mangiamo tanta minestra col passato di zucca, secondo il motto "tutto quello che è giallo fa bene", anche le cinesine e le thailandesine però....:))
      Aspetterò con ansia l'arrivo del DPD, Deutsche Packetten Dienst, servizio pacchetti, con la speranza di addentare uno di quei tuoi pomodori.:))

      Elimina
    3. Non esageriamo a mettere in giro la voce che "Tutto quello che è giallo fa bene". Qualcuno potrebbe bersi una bottiglia di sambuca :)

      Elimina
    4. A casa mia funziona "tutto quello che è rosso fa bene": io bevo solamente mezzo bicchiere di rosso "buono" a pasto. Il nuovo di Cristina, un francese alsaziano, mi ha regalato una SACRA bottiglia di Château Phélan Ségur 2005 CRU Saint-Estèphe. Una roba da cimelio, io invece me la sono sorseggiata alla fine di ogni pasto. Anche i Bordeaux sono sacrosanti vini pregiati specie se di quel CRU favoloso.
      Provala, ma stai attenta: costa carissima. Se non me l'avessero regalata col cavolicchio che me la compravo.

      Elimina
    5. Il vino rosso mi fa vomitare, non lo sapevi?
      Però concordo con la filosofia: bere poco ma buono
      così come mangiare poco ma buono :)
      E comunque, prosit al tuo pregiatissimo vinello!

      Elimina
    6. Vinello? Vinone! Grande aroma, gusto fruttato di frutti di bosco, si sente anche il sapore del giglio, tra gli altri; lunga permanenza del sapore nel palato.
      E come prezzo...ho guardato su internet: lo vendono a 53.-euro la boccia, prezzo da grossista.
      Vinello!:)))

      Elimina
    7. Era un diminutivo atto a non fartela tirare troppo, ma vedo che non ci ho preso, anzi :))

      Elimina
    8. L'avevo capito, ma non ho voluto deluderti...sapevi che avrei replicato, dai:))

      Elimina
  4. I cuore di bue!!
    A me non sono nati cacchio!
    Mi sono nati i pomodori grossi.
    Anche io ho tutto piantato in cortile. Il vedere crescere piano piano ogni pianta, ogni ortaggio, ti fa avere più rispetto per il cibo.

    RispondiElimina
  5. Ma non esiste la qualità "pomodori grossi", Lapenna!
    I pomodori più grossi sono proprio i cuore di bue, che io sappia.
    E' giusto provare rispetto per ciò che ci è costato fatica.
    Io purtroppo ho solo sei piante di pomo e le erbe aromatiche, nel mio fazzoletto.
    Però mio padre ne ha più di trecento, di piante di pomo, e io glieli rubo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, i pomodori rotondi grossi quanto il palmo della mia mano!
      La vedi la manina mia? Ecco così.
      Io ho un cortile con una striscia di terra.
      Ho costruito con delle tavole come dei recinti chiusi, li ho riempiti di terra, e ci ho piantato pomodori, melanzane, fragole, e verso fine anno, metterò le rape!
      NOOO!! Non chiamarmi per cognome!!
      Mi evoca i ricordi di scuola!!
      é_è

      Elimina
    2. oppsss mi hai beccata!
      ti chiamo per cognome perchè, essendo una new entry,
      sei ...
      ... come dire ...
      sotto esame! :))

      Elimina
    3. NOOO!!! ç__ç
      Okayyy, cercherò di fare il bravo...

      Elimina
    4. ,,, Mi sa che ti conviene ;)

      Elimina
  6. Esiste una varietà dalla mie parti precisamente Sorrento dove i pomodori sono di delicato colore corallo, con la forma come i tuoi ma molto grossi...e ti assicuro
    che hanno un sapore incredibile...come anche il basilico...grandi foglie ricce
    lo chiamano il "greco" perchè antico...praticamente è il mio unico pranzo estivo
    e poi per frutta i limoni che sono veramente giganti e relativamente acidi...
    fatti anche all'insalata...e per me queste sono vere leccornie :) hai ragione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I prodotti made in Terronia sono superlativi.
      Al confronto, la roba padana è smorta e insipida, come se fosse coltivata nel circolo glaciale artico.
      Invidio alla grande i vostri prodotti e la vostra cucina!

      ... Esse ti ho già vista, ma dove???

      Elimina
    2. Ho commentato per quanto riguarda il centro di Aviano di otorinolaringoiatria...poi avevo un blog ma ho chiuso da un paio di giorni e non penso tu ci sia mai passata :) ciao

      Elimina
    3. Ah sì ora ricordo
      Credo di aver transitato sul tuo binario, probabilmente senza fermarmi.
      Perchè hai chiuso, se non sono indiscreta?

      Elimina
    4. problemi di salute da risolvere...e di fondo una grande incapacità alla comunicazione...preferisco leggere dove mi piace
      e commentare quando mi va
      Il tuo blog e' genuino e semplice una lettura davvero cristallina...mi piace complimenti davvero
      Buona serata :)

      Elimina
    5. Mi hai fatto un grande complimento essendo io stessa un'estimatrice della genuinità e della freschezza, in tutti i campi ..
      A presto allora e in bocca al lupo per la salute, che è l'unica cosa sine qua non.
      Ciao!

      Elimina
  7. i ragazzi ancora non capiscono anche io ero cosi da bambino poi dopo ho capito e il profumo del pomodoro lo cerco ancora , complimenti per i pomodori

    RispondiElimina
  8. Grazie, ma non sono i miei, quelli della foto.
    Non ancora, perlomeno.
    Ma possono arrivarci.

    RispondiElimina

Parla! Adesso o mai più!