mercoledì 22 maggio 2013

per un giorno di ferie non so cosa farei

Ieri ho chiesto un giorno di ferie per venerdì.

La coordinatrice mi ha risposto di chiederlo alla direttrice.
Sono andata dalla direttrice e lei -indovinate un po'-
mi ha detto  di chiederlo alla coordinatrice!
 "Gliel'ho già chiesto, mi ha risposto di chiederlo a lei" -l'ho informata,
aggiungendo che comunque non avevo urgenza di saperlo subito e avrei aspettato l'indomani per la risposta.

Oggi pomeriggio-pur intuendo che tirava una brutta aria- ho accennato timidamente al mio giorno di ferie. 
La coordinatrice mi ha risposto che non era giornata, la direttrice era sottosopra per una rissa e non ho osato disturbarla ulteriormente.
Domani cambierò stategia.
Andrò direttamente dalla direttrice e le chiederò senza peli sulla lingua: allora, sto caxxo di giorno di ferie me lo date o no?


33 commenti:

  1. boh, io l'ultimo giorno di ferie l'ho fatto ad agosto, se si eccettua il 24 ed il 31 dicembre che l'azienda ha chiuso e siamo andati forzatamente tutti in ferie. ormai è diventata abitudine. so che se devo fare qualcosa di mio, ma di qualche ora, esco e vado, sono un dirigente, me lo posso permettere con tutte le ore della mia vita che regalo al lavoro e alla mia azienda.

    la novità? che sono stufo.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francè, non ho capito cosa sia diventata un'abitudine: rinunciare alle ferie per la gloria dell'azienda?
      Se è così hai tutte le ragioni di essere stufo, mi chiedo anzi come non ti sia arrivata prima, la stufìa.

      Elimina
  2. Situazione contingente? menefreghismo? esercitare malevolmente il poco potere che si ha?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si chiama gioco dello scarica-barile.

      Elimina
  3. Porta con te una mazza chiodata... così, giusto come portafortuna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammmmappate mia eu
      con te c'è poco da scherzare,
      passi subito alle maniere forti!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Anche tu in attesa di risposte feriali?

      Elimina
  5. Risposte
    1. Ma no dai me l'hanno fatto un po' penare ma alla fine me l'hanno dato ...
      E a ben guardare se me l'avessero negato avrebbero avuto le loro ragioni, essendoci a casa altri dipendenti.
      Comunque è bene quel che finisce bene e domani varco le soglie di un'università per la prima volta nella mia vita.

      Elimina
    2. Seduta di laurea di tuo figlio? WOW!

      Elimina
    3. MAGARI!!!
      Fosse stato quello, non sarebbe certo passato tra le righe: avrei postato
      ... una messa in latinorum officiata da 5 alti prelati;
      ... dei fuochi d'artificio che neanche dalle tue parti;
      ... un final countdown sparato a manetta;
      ... qualcosa così.

      Elimina
    4. E va beh, aspettiamo un altro po' allora.... :-)

      Elimina
    5. l'ultima speranza è nell'autunno: chissà che, tra una foglia e l'altra, non cada anche una caxxutissima laurea!

      Elimina
    6. E allora manca poco al nostro futuro ingegnere gestionale, con la speranza che riesca ben presto a gestirsi da solo! :-D

      Elimina
  6. Come per una rissa??

    Forse devi chiederlo al papa, il giorno di ferie! XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moz, con tutto il tempo che sei stato a scuola dovresti sapere di cosa parlo: sai quelle risse scolastiche ... quelle che scoppiano tra bulli affermati e bulli aspiranti, con tanto di tifo da curva ... ecco, quelle.
      un giorno sì e l'altro pure, pare di essere in riformatorio.

      Elimina
    2. Ah ma quindi lavori in una scuola!
      Anzi, in un riformatorio!

      Moz-

      Elimina
  7. Non avertene a male se io invece ti dico che sono in ferie dal 1° luglio 2007! :-D :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accc ... non me la prendo con te ma con la Fornero ...
      ah se l'acchiappo!

      Elimina
  8. La prossima volta usa la strategia che si usa da giovani con mamma e papà, vai dalla direttrice e dille che la coordinatrice è d'accordo, poi vai dalla coordinatrice e dille che la direttrice ha dato il suo benestare, poi stai a casa. Al limite se ti accorgi che sospettano qualcosa fai scoppiare una rissa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah
      sei troppo forte Angelì
      in effetti i tuoi commenti "english humor" mancavano!!

      Elimina
  9. Ne so qualcosa. Purtroppo certe volte per ottenere qualcosa bisogna picchiare i pugni sul tavolo. Facci sapere. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono così, di natura.
      Invece che pestare i MIEI piedi per terra mi trovo spesso in testa quelli degli altri, calzati con scarponi chiodati.
      Un pò sono migliorata con l'età, ma non forse non abbastanza.

      Elimina
  10. Risposte
    1. Sìììì
      in pratica cosa è successo?
      che nessuna delle due ha voluto prendersi la responsabilità di negarmelo!

      Elimina
  11. Mi piace immaginare che il mio riferimento al "Bambi" di Walt Disney come commento di un tuo recente bel post ti sia in qualche modo rimasto nel vestibolo del cervello, visto che hai scelto il mio attore preferito Paperino, Donald Duck, il re dei cartoni animati.
    Anche se non fosse andata così, grazie per avermelo riportato davanti agli occhi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paperino alla riscossa ...
      Peccato che parta a testa bassa e poi finisca regolarmente a gambe all'aria!
      Paperino e Paperone sono la vera anima del fumetto "topolino", tutti gli altri personaggi sono comparse!
      Io -sarà l'età- sto rivalutando fortemente lo zione!

      Elimina
    2. Una vera grande e solida famiglia: Nonna Papera, Paperina, il cugino Gastone, zio Paperone e la sua eterna lotta contro la Banda Bassotti, Qui Quo e Qua le marmotte, e infine lui il mitico Paperino, che parte a testa bassa e finisce sempre a gambe all'aria, come dici tu, ma che si rialza e....riparte a testa bassa,come dico io.
      Io ero, sono e sarò sempre dentro i piedi a pinna di Paperino, malgrado l'età biologica, cara la mi signora!!!

      Elimina
  12. Io invece sto rivalutando lo zione per la sua autenticità, l'assenza di ipocrisia, di paraculismo, il suo fregarsene altamente dell'opinione altrui.
    Credo che tra qualche anno diventerò come lui,
    come canta Jovanotti

    RispondiElimina
  13. Io per prendere un giorno di ferie devo: comunicarlo verbalmente al responsabile, inviare una mail al responsabile e alla posizione organizzativa, caricare il giorno di ferie a terminale, attendere che il direttore autorizzi, attendere il responsabile. Nel frattempo sono andato a lavorare.

    RispondiElimina
  14. Cavolo,
    ti fanno scappare la voglia di andare in ferie!
    Benvenuto Enzo.

    RispondiElimina

Parla! Adesso o mai più!