venerdì 7 dicembre 2012

se lo conosci lo eviti ... non sempre


Da una settimana circa mi chiedevo quando sarebbe arrivato.

Perchè lo sapevo, che prima o poi sarebbe successo, lo sapevo con certezza matematica. 

M' immaginavo, con un certo qual sacro timore  misto a studiata apprensione, il momento dell'incontro casuale (ma non troppo)
Ricordavo la sua voce melliflua, le sue guance rase, il suo approccio estroverso, -adesso si usa dire "solare"- (aggettivo che non sopporto) ... e quel non so che di rubizzo nell'aspetto (aggettivo di cui ignoro il significato). 
Forse volevo dire rubicondo. 
Anche e  soprattutto invadente (senza alcun dubbio di vocabolario)

Paventavo l' anonima eleganza dei suoi  abiti, le sue studiate moine, la sua eccessiva cortesia, il suo regalino, il suo "tre-bacini-tre-" stampati sulle mie guance gelide, come  francobolli vergini svogliatamente sbavati su busta sgualcita.

Mi preparavo al tintinnìo, allo sfarfallìo, allo stropiccìo, alla  coreografia, all'estrema banalità degli annessi e dei connessi. 

Perchè da qualche parte sta scritto che almeno una volta all'anno io abbia da incontrarlo. 

Gironzolavo con fare cauto, temendo di imbattermi in una delle sue apparizioni più nefaste e purtuttavia consapevole che il detto "se lo conosci lo eviti" non sempre funziona.
Mi allenavo per lo scatto felino, pronta a una fuga strategica.
Mi dicevo: quando arriva, me lo scappo e poi me lo segno sul blog.

Un momento fa è arrivato, puntuale come le migrazioni di settembre i ricci di ottobre e l'aspro odor dei tini di novembre:

il primo
ineludibile, inconsistente,  inutile, incommentabile
...
 post natalizio.


43 commenti:

  1. da me non lo incontrerai mai !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti prendo in parola e ti metto subito nei preferiti,
      almeno fino a Natale ;)

      Elimina
  2. ma come fa a essere post natalizio se l'hai incontrato prima di Natale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dimmi un po' angiolino,
      quando inizi a mangiare il panettone?
      Arrivi a Natale e ce l'hai in nausea :))

      Elimina
    2. Noi ieri in ufficio abbiamo mangiato il pandoro con la crema Chantilly, crema acquistata in pasticceria che abbiamo spalmato abbondantemente e oscenamente ognuno sulla propria fettaccia. Rapporto pandoro/crema: uno a uno, un chilo e mezzo di crema per un chilo e mezzo di pandoro (2 pandoretti da 750 grammi).

      P.S.: ma l'hai capito che, come post scriptum vuol dire scritto dopo, post natalizio vuol dire dopo natale? Risposta: NO!

      P.P.S.: :D

      Elimina
    3. No che non l'avevo capito!
      Sei trooooppo avanti!!
      Posso ridere a scoppio ritardato?!
      ahahahahhahahahahahahahahahahahah
      Lo faccio sempre quando mi raccontano barzellette :)

      Il pandoro con la crema?
      Nooooooo
      la considero una tragedia peggiore del post natalizio!!

      Elimina
    4. Colpa mia, il commento era messo giù male, non sapevo come rendere evidente il "fraintendimento", il paragone con il post scriptum mi è venuto dopo (ovvero mentre stavo scrivendo il post scriptum stesso, strolicando* un modo per fartelo capire).

      P.S.: in due settimane è già il secondo pandoro con crema che ci fulminiamo.

      *dal mantovano Strolicar = scervellarsi, ingegnarsi, rimuginare, preoccuparsi, pensare ai propri grattacapi.

      Elimina
  3. Ah... ed io che pensavo ad una tua parentela con Babbo Natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povero Papà Noel,
      che pena mi fa quando lo vedo a gambe penzolanti dai balconi!

      Elimina
  4. Ma..... non aveva nemmeno la barba bianca posticcia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dall'8 al 25 dicembre esiste qualcosa di non posticcio, cara civetta?
      Grazie della visita!

      Elimina
  5. Pensavo ti fosse arrivato a trovare il Berlu per chiederti il voto.
    Ma se tu giri nel web questo trovi di questi tempi.
    Buona pesca:))

    RispondiElimina
  6. Eccolo lì, quello che non vuole parlare di politic questions :))
    Ecco, il burlesconi fa parte di quelle tragedie che anche se le conosci non le eviti.
    Ma quel che è peggio sono tutti i parlamentari del pidielle che abbassano la capoccia e fanno
    bèèèèèèè
    Forse che pidielle sia l'acronimo di partito dei leccaculo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono mai stato iscritto ad un partito. Se fossi stato iscritto al PdL in questa circostanza avrei strappato la tessera. Ammetto di essere venuto in Italy a votare per l'allora AN, quando credevo che Fini fosse un galantuomo; in quel periodo il fatto che fosse alleato col Presidente del Milan non mi dava particolare ansia. Adesso che Fini si è rivelato per quel gran buffone che è (hai sentito cosa ha detto ieri? "Il presidente Monti con le sue dimissioni ha dato prova di grande dignità". E lui? che ha fatto politica come Presidente della Camera e non si è dimesso quando anche onorevoli della sua parte lo hanno sfiduciato?), adesso che il Berlu ci ha fatto venire il mal di pancia dalle risate, adeso che Alfano si è calato le brache e unto il bucolino del culo, adesso avete/abbiamo il dovere/piacere di chiamarlo partito dei leccaculo.
      Fine del politichese.

      Elimina
    2. No, non è solo da adesso!
      E' proprio nato così, questo partito.
      E'nel suo DNA. E' nato come partito DI Berlusconi.
      Non cade foglia che il re non voglia.
      E anche quando cadono tutte, ma proprio tutte, anche quella del fico, non c'è nessuno che dica che il re è nudo.
      D'altra parte, cosa ci si può aspettare da gente che ha venduto l'anima al diavolo?

      Elimina
    3. Assolutamente niente; quel che è peggio dover spiegare ai tedeschi cosa significhi questa nuova pagliacciata del nostro re.
      Loro non la capiscono proprio, è finisce sempre con la solita frase: "Immer so in Italien, spaghetti, canzonette und Mafia".
      E questo mi dà una gran rosura di cul.

      Elimina
  7. Mi intrufolo anch'io nei commenti di questo simpatico post domandandoti: a Natale non si è tutti un po' più buonini? dunque dovresti esser contenta che qualcuno te l'abbia rammentato! ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmmmm ...
      vedi sotto, Loretta!
      ciao, benvenuta anche a te :)

      Elimina
  8. a natale si è tutti un po' più tristi,secondo me...e stasera,ohibò,sotto casa mia c'è il primo patetico e semi congelato Babbo con il sottofondo delle solite ritrite canzoni natalizie.
    IO NE HO GIA'PIENE LE TASCHE(per non dire di peggio)

    p.s.la rivisitazione dell'acronimo pidielle mi piace!^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Natale è la festa del più: si può essere più buoni ma anche più cattivi più allegri ma anche più tristi
      ... a libera scelta, dando poi la responsabilità alla festività, questa festa usata e abusata ...
      a natale si può dare di più
      ho scritto qualcosa su questo motivetto, lo scorso anno
      adesso te lo cerco eccolo qui
      non era lo scorso anno, ho la temporalità che mi va a rilento ultimamente
      ciao e benvenuta in quest'aia

      Elimina
  9. Adesso capisco meglio il tuo spavento nel leggere il mio post...
    Bacioni, tuo

    Cosimo

    RispondiElimina
  10. ciao CPR
    ( sei hai fatto la naia sai cos'è :)))
    ... che fai scrivi alle 4.42?
    Non eri ancora andato a nanna o ti sei alzato presto???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho fatto il militare ma l'acronimo di Cella di Punizione di Rigore lo conosco...
      Mica per niente il mio blog si chiama come si chiama... visto che quella è l'ora in cui in genere comincio a trafficare in rete; e a volte, dato che soffro d'insonnia, vado avanti a oltranza...
      Salutoni, tuo
      Cosimo

      Elimina
    2. mamma mia!
      un animale notturno!
      un rapace!
      e dimmi che fai fino a mezzanotte?
      e dimmi quando dormi?

      Elimina
    3. Sì, decisamente più gufo che allodola, concordo...
      Fino a mezzanotte in genere faccio cose più serie, tipo lavorare, scrivere o altro... e per conseguenza al mattino mi alzo tardi, quando posso e se posso.
      Baci, tuo
      Cosimo

      Elimina
  11. Ah ah! Fino all'ultimo non ho capito di cosa parlavi - e poi, l'ultima frase... pezzo perfetto, che condivido!
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh grazie Paolo,
      è consolante sapere di non essere l'unica ad avere certe idiosincrasie :)

      Elimina
  12. Buona sera,
    ad alcune persone che da tempo scrivono post natalizi
    rispondo con piacere (se così non fosse non risponderei)
    a me non piace proprio il natalizio,
    tutto quello che sà di natalizio come le compere che ha fatto la Meg stasera
    il pranzo coi parenti e tutto il resto
    e devo dire che non è solo il natalizio ma anche il pasquale e il ferragostano
    insomma, le feste comandate che hanno una preparazione,
    i sabati del villaggio che durano più di 24 ore.
    L'ho letta volentiri signora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a parte il signora finale,
      che fa tanto vecchiume,
      qua la mano signor nucci, e benvenuto!

      Elimina
  13. Beh, ultima frase a parte
    il degrado orrendo del tempo natalizio ha esattamente la stessa essenza del degrado squallido del berlusconismo.
    Stravolgere il senso delle cose per il lucro, il commercio, la mercificazione del banale estemporaneo immediato.

    La liquidità cloachesca della società è arrivata al punto di riesumare gli zombi dell'antipolitica nazionalpopolare demagogica populista con il capo e gran sacerdote B. e ad anticipare a scopo commerciale (cerco di fregarti i guadagni uscendo un po' prima io - io ti frego che mi vuoi fregare ed esco ancora prima del tuo prima e via dicendo - qualsiasi evento, compreso il Natale.
    Si arriva al 25 che si è stufi di tutto 'sto ciarpame finto plasticato.
    L'avvento è stato semplicemente rimosso, annullato.
    Non sono certo tenero con l'ideologia e il controllo sociale clericale, ma certe cose hanno un senso, come i tempi "di magra".
    Ecco, tutto ciò semplicemente azzerato da questa cacca consumista tale per cui arrivi a ntale che non ne puoi più di ... pandoro alla crema (che pure questa, 'nzomma, è discutibile).

    E' così brutto tutto ciò, così insensato.
    Come il ritorno degli zom.B.ie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  14. ... la mercificazione del banale estemporaneo immediato ...
    La liquidità cloachesca della società

    ma come parli, Walker?
    Sei andato a lezione da Vendola? :))

    Ho capito solo che sei entusiasta del ritorno del morto vivente ...
    Io lo sapevo, che prima o poi sarebbe tornato, perchè delle bestie grame non te ne liberi mai.
    Nel corpo dell'Italia è rimasto una specie di virus latente, un herpes che ogni tanto si risveglia, trasformandosi in fuoco di sant'antonio.
    Forse aveva ragione la mia amica, che voleva convincermi a votare Renzi.
    Ho il vago sospetto che se il chierichetto toscano avesse vinto le primarie il Berlu non avrebbe fatto questa mossa, che comunque considero azzardata, visto il calo dei consensi del pidielle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > votare Renzi
      Eh!?
      R. e B. e B. condividono gran parte del programma antipolitico con qualche distringuo su immagine e metodi.
      Ma nella sostanza sui grandi temi sono proprio uguali e storicamente hanno votato insieme la maggioranza delle volte, già dai tempi della DC e del PCI.

      Pidiconelle Pidimenoelle, cambia poco.

      Elimina
  15. lo sapevi e non hai fatto niente?!
    non ti perdonerò mai :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ci potevo fà, Marina?
      Più che un pensiero era un incubo ricorrente!

      Elimina
  16. Silvia, ti chiedo un favore personale: pubblica su un tuo post l'ultimo video di Don Giorgio, dove ovviamente attacca Berlusconi! Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il titolo del video è " Dio che puoi tutto, spediscilo all'inferno!" Grandioso Don Giorgio! :-)))

      Elimina
    2. Grazie della segnalazione
      Un post non ciò sbatta di farlo
      ma il video è qui a disposizione di chi volesse vederlo e commentarlo ...
      Come puoi immaginare condivido ogni parola di Don Giorgio!

      Elimina
    3. Anch'io! Addirittura mio marito ha detto che Don Giorgio è diventato il suo idolo! :-D

      Elimina
  17. Natale? Che Natale? Ti sei disinfettata? Ciaooooo

    RispondiElimina
  18. In questo periodo di stress su tutti i fronti mi manca solo quello natalizio per rischiare di scoppiare come un petardo malfatto!
    Ciaoancheate Rò

    RispondiElimina

Parla! Adesso o mai più!