domenica 14 febbraio 2016

l'autentico fannullone di Pachino



Mentre l'autentico fannullone di Pachino lo riconosci dal timbrino! 

Un po' di assenteismo non ha mai fatto male a nessuno, ha detto qualcuno in tivù. Tranne al collega che si trova a dover sbrigare, oltre al proprio lavoro, anche quello del finto malato. Tranne all'utente le cui tasse servono per pagare lo stipendio al fannullone, eppure,  cornuto e mazziato, non può avere la pratica che gli serve, perché quel dipendente pagato anche da lui invece che stare in ufficio è andato a farsi i fattacci suoi.
Al comune di Pachino si giustificano gli assenteisti col fatto che c'erano dei ritardi nel pagamento dello stipendio. Che non c'è stato il rinnovo del contratto. Eppure quante persone in questa giornata hanno lavorato col contratto scaduto, a partire dalla sottoscritta? Quante persone hanno lasciato il tepore del letto, in questa mattina di finto inverno, e si sono avventurati nel pazzo mondo per andare a fare  un lavoro schifoso, o sottopagato, o precario, se non addirittura pericoloso? Quanti hanno aperto la saracinesca della propria attività con un’unica sicurezza, quella di dover lavorare mezza giornata solo per pagare le tasse?
Gli assenteisti del comune di Pachino timbravano e poi andavano a fare shopping (con quali soldi, visto i ritardi degli stipendi?). Ce ne erano altri, più oculati, che invece che andare a spendere andavano a caccia; non hanno ancora detto che dovevano pur portare del cibo sulla tavola, come il povero Marcovaldo che va a caccia di beccacce, ma ci arriveranno.
Perché la faccia tosta non fa mai assenze.

scritto di giovedì 4 febbraio 2016, pubblicato su italians.

17 commenti:

  1. Posso @Sì ?!?
    Sine ???
    Bbbene !

    O de Pachino o d' un antro posto
    a chi diserta er posto de lavoro
    co' la scusante de sarvà er decoro,
    io jè dico ... e jè lo dico tosto
    ma LI MORTACCI VOSTRI, a voi e ar coro !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. più che di rime quei lazzaroni doc meritano delle risme ... di legno però!!

      Elimina
  2. la faccenda è talmente diffusa (VIDEO) che è quasi diventata normalità, e la cosa sconfortante è che investe tutti i settori pubblici. D'altronde scusanti, e sindacati compiacenti pronti a difendere l'indifendibile ne trovi sempre, poi ne licenziano un paio come a Sanremo e tutto torna come prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il video ora non lo vedo perchè sto ascoltando geo, ma certo è che il pesce puzza dalla testa. mi chiedo cosa ne pensi il brunetta, ad esempio.

      Elimina
    2. brunetta è al mercato a chiedere lo sconto per le calze. cosa vuoi che ne pensi? nulla la sua era tutta propaganda, mica avrai creduto davvero che si interessasse dei furbetti del cartellino, con un parlamento che lavora tre giorni a settimana dai non scherziamo

      Elimina
    3. Questa delle calze non l'ho mai sentita, è un modo di dire ligure?
      Brunetta è il politico più antipatico di questo decennio. Anche più arrogante e presuntuoso. Anche più brutto. Un ranocchio al suo confronto non sente nemmeno il bisogno di trasformarsi in principe.

      Elimina
  3. son tutte cose manipolate ad arte per l'indottrinamento dell'immaginifico bobbolo thajathano.
    Con NOI del partito degli under 70.000, non sarebbe accaduto, noi i problemi li risolviamo alla radice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu mi devi perdonare ma io non ho ancora capito che cavolo è questo tuo partito, non è che me lo potresti almeno accennare?

      Elimina
  4. Per loro dovrebbe ancora esistere la gogna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah! a gente senza vergogna nemmeno la gogna servirebbe.
      se ne farebbero un baffo della gogna, ci scommetto.
      l'unica cosa che percepiscono è il portafoglio. togliere loro i soldini non guadagnati col sudore della fronte, con gli interessi.

      Elimina
    2. p.s. vergogna deriva da gogna?

      Elimina
  5. Non paghera'nessuno di loro.

    RispondiElimina
  6. Infatti, il solito pressapochismo: "ma sì, cosa vuoi che sia!" Senza pensare alle conseguenze distruttive di quando tanta gente si comporta così.

    RispondiElimina
  7. Adesso è venuto fuori che i furbetti del parlamento lasciano inserito il cartellino di presenza per non perdere la diaria.

    RispondiElimina
  8. Per me tutti questi casi di assenteismo sono prima di tutto controproducenti per i dipendenti pubblici stessi. Non ci vorrà troppo tempo prima che ci si renda conto che se con tutte queste assenze gli uffici bene o male vanno avanti lo stesso, allora forse non c'è bisogno di tutti quegli impiegati. Magari se ne possono licenziare una parte e così sarà meno problematico reperire le risorse (che quasi sempre vuol dire tagli a servizi essenziali come sanità, assistenza, istruzione etc.) per ripianare i conti dello stato sempre in sofferenza.

    Al

    RispondiElimina

Parla! Adesso o mai più!