mercoledì 2 ottobre 2013

muori sansone morite filistei

Muoia Sansone con tutti i filistei!
Ripete da giorni con voce sempre più afona, ma i filistei non ci stanno. Dicono che quella è roba vecchia, per parte loro preferiscono di gran lunga la versione aggiornata muoia sansone e  si salvi chi può.
Lo psichiatra è già stato chiamato al suo capezzale, ma scuote la testa: giunto a questo stadio il delirio di onnipotenza non può più essere curato coi farmaci, rimane solo il prete. 
La badante riferisce che il vecchio satrapo non ha dormito per 11 giorni, allora lei gli ha infilato 11 supposte di demerol, che  gli hanno fatto  perdere 11 chili di trippa ma acquisire 11 chili d'aria nella pancia. Lei non ce la fa più, chiede la malattia professionale. 
Noemi .... o forse Letizia  o forse Patrizia  insomma  la gingilla del momento   sembra più preoccupata per dudu dede dada o come cappero si chiama, colta da colite ulcerosa dopo  aver sentito nominare Sansone invano.
Lo psichiatra  si appresta quindi a curare il cane, che dal punto di vista professionale gli farà fare una figura migliore.
Nel cortile di Arcore è già belle che pronta una fossa dove dovrebbero precipitare i filistei. 
Sul fondo si è disteso Ferrara, a scopo ammortizzante.
Bondi sta  recitando l'ultimo pater,
Scccccilipoti sta sccccivolando, essendo fatto della stessa materia di cui sono fatte le biscccce.
Razzi sta mandando l'ultimo SMS alla mamma: mamma perdonami, io volevo solo farmi i cazzi miei.

Ghedini sta preparando un ricorso alla corte di san Pietro .... 
Ma chi è quel mostro?
Oddio è la santanche che con le ultime forze rimaste si sta  aggrappando al bordo,  si vedono tutte le dieci dita laccate di  fresco, poi se ne vedono cinque... poi uno solo il suo amato  medio, ... poi più nulla ... 
Azz bisognerà poi toglierla da lì e spostarla nei rifiuti non biodegradabili se non si vuole compromettere la buona riuscita del compost.

38 commenti:

  1. Hai infilato il dito nella piaga. L'unica cosa positiva in questa pagliacciata è il rifiuto della sua gente, dei suoi ministri, del suo amato figlioccio Alfano ad appecoronarsi. Lo hanno fatto appena arrivato l'ordine dal Padreterno, ma poi un sussulto di dignità, o forse la convinzione ch alle prossime elezioni sarebbero stati spazzati via, li ha convinti a fare quel che mai avevano fatto: contraddire il Boss.
    Cosa succederà? Si spaccherà la destra. Gli estremisti andranno in Forza Italia e quelli meno scemi resteranno nel PdL, che sarà il partito dei liberati e non quello dei lazzaroni.
    Daranno sicurezza al governo? Io spero di sì, altrimenti tutto sarebbe stato inutile.
    Comunque una cosa è certa: Sansone è solo nel tempio, perché non mi dirai che gente come il superleccaculo Bondi o la pasionaria Santanché possano costituire un efficace esercito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quale sussulto di dignità! quella o la sussulti a tempo debito o una volta che l'hai persa non la puoi più recuperare, sarebbe troppo comodo.
      io lo chiamerei attaccamento spasmodico alla poltrona.
      Una volta accortosi di essere solo nel tempio, Sansone ha pensato "meglio male accompagnato che solo" (pensiero serale di Vittorio Zucconi)

      Elimina
    2. No, delirio di potere e mito del superuomo. Nessuno mi può giudicare nemmeno Dio. Nessuno mi contresterà mai nel mio partito. Nessuno mi può abbandonare. E questo da parte del nano.
      Che i suoi ministri abbiano voluto tenere il culo incollato alla poltrona invece è da dimostrare. Io continuo a pensare al bisogno di emanciparsi da una dittatura, quale è quella che Berlusconi ha sempre esercitata nel suo partito. Almeno voglio pensarla così, li renderebbe meno pupazzi e più umani.

      Elimina
    3. e ti viene voglia di "emanciparti" da una dittatura dopo vent'anni?
      ma dai iacoponi non difendere l'indifendibile, è ridicolo!

      Elimina
    4. C'è gente che non si emancipa da una dittatura nemmeno dopo 40 anni. E poi io la vedo così, tu naturalmente in modo diverso, ma io non mi permetto di dirti che stai dicendo cose ridicole, tu sì.

      Elimina
    5. Bè ma è proprio quello che dicevo io: se ti è stata bene per vent'anni non puoi far credere che non ti vada più bene adesso!!
      Quanto al tuo risentirti per il mio aggettivo: bè ma anche tu te le vai a cercare: non puoi venirmi a dire che credi nella buona fede di quelli che tu stesso hai chiamato leccaculi fino all'altro ieri.

      Elimina
    6. Tusché! Sono e rimangono leccaculi, che fino a ieri hanno fatto i servitori del boss. Ma Papa Francesco va predicando misericordia da quando è stato eletto. Tutti hanno la possibilità di riflettere e di redimersi. Io rimango sospettoso, infatti ho scritto, se leggi attentamente, "almeno voglio pensarla così, li renderebbe meno pupazzi e più umani".
      Ho usato il condizionale prof, il condizionale...

      Elimina
    7. Nessuna condizionale per certi politici!
      Dritti in prigione senza passare dal via!!
      Hanno loro usato il condizionale con noi?
      Ci hanno forse detto: vorreste ridurvi in braghe di tela?
      Guarda per me - papa o non papa- possono morire, come affermo nel titolo del post.

      Elimina
    8. Hahahahaaa silvia :D scommetto che tu sei per un bel congiuntivo... magari in mezzo ai denti.

      Al

      Elimina
    9. Bravo!
      Un congiuntivo in mezzo ai denti e un imperativo nel sedere!

      Elimina
  2. sinceramente, io riesco a fare ben pochi distinguo.

    NON sopporto più nessuno lì dentro, tantomeno i gattopardi dell'ultima ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stanno veramente mettendo a dura prova la nostra pazienza.

      Elimina
  3. satrapo ... ecco è proprio la parola adatta ... bella !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se vuoi ne ho molte altre, altrettanto adatte :)
      una lista della spesa ne ho.

      Elimina
  4. oggi che finalmente si è chiarito l’equivoco posso confermare la scommessa che dopo un annetto di servizi sociali ai vecchietti lui sarà il primo caso di acclarata santità prima della morte e arriverà al 55% dei consensi alle prossime elezioni.
    Avevo pure scommesso che sarebbero stati i sinistri a scoppiare e non ci potevo credere che invece stava succedendo a loro, ai benestanti, che poi avrebbero avuto molte difficoltà nelle future circonvenzioni di incapaci ed infatti si trattava solo di arteriosclerosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello il servizio di pubblica utilità lo svolgerebbe volentieri in una comunità di recupero per ex prostitute!

      Elimina
  5. Il satrapo ha capito e obtorto collo ha abdicato. Per la prima volta si è trovato di fronte quasi la metà del suo partito, che era disposta alla scissione pur di non rispondere con uno "jawoll". Ha incassato questa sconfitta politica e morale e ha declinato coram populo e coram TV che "aveva deciso di votare la fiducia al governo".
    Quanto avrebbe fatto meglio se non avesse scatenato tutta questa cagnara, se non avesse dato ascolto alle sue megere, Santanchè e Mussolini, al cunnilinguamagister Boldi, al tappo Brunetta e avesse taciuto su tutta la linea.
    Dice di essere deluso della guerra che i giudici rossi gli hanno fatto? E dice di essere un capo politico? Dovrebbe sapere che i veri capi si affidano al giudizio della storia, che sicuramente avrebbe detto che lui mai era stato battuto politicamente in modo chiaro, e che FORSE una manovra di giudici lo aveva eliminato. FORSE. Ma avrebbe dovuto attendere il giudizio della storia.
    E adesso requiem per un caporione defunto.

    RispondiElimina
  6. "Berlusconi declares his support for Letta government and all of Europe collapses in laughter at the absurdity of Italian politics."
    (Wall Street Journal)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Silvio Berlusconi's überraschende Entscheidung: er stimmt Vertrauen an der Regierung zu, aber spaltet seine Partei."
      ARD, telegiornale delle 20,00 del 02 settembre 2013

      Elimina
    2. la frase in english è capibile anche senza traduzione, almeno così mi sembrava, ma con quella doic la faccenda diventa un tantino più difficoltosa ;)

      Elimina
    3. "Sorprendente decisione di Silvio Berlusconi: vota la fiducia al Governo, ma spacca in due il suo partito".
      Accetto il tuo grazie anche se sommesso, visto che più sopra mi rampognasti....:-))

      Elimina
    4. Naturalmente era una battuta, più che una pia illusione.....

      Elimina
  7. Condivido naturalmente il "great gramellini" , dopo il grottesco manicomio d'oggi alla Camera,l'aspetto piu' fantascientifico sara' tra qualche tempo di prendere ancora atto degli svariati milioni di elettori ,ancora fedeli al delinquente fuori come un balcone.

    Gli storici avranno dei grattacapi nel descrivere questo ventennio allungato!

    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero. lui è uno (e divisibile), e prima o poi se ne andrà fuori dalle palle;
      purtroppo resterà il suo elettorato, gente preoccupante in quanto cervelli sprovvisti di una seppur minima dose di senso di realtà.

      Elimina
  8. Hai dipinto un quadretto molto surreale.
    Peccato che sia reale. Realissimo. E inquietante.

    RispondiElimina
  9. e tragicomico.
    comico per gli stranieri, tragico per noi.

    RispondiElimina
  10. Silvia, bello,

    l'asfaltato sta finendo
    e il nano se ne va...

    ricordi i Righeira?
    Ciao.

    RispondiElimina
  11. le volte che è stato dato per morto non si contano nemmeno più, massimo!
    Quello è più risorgente di Gesù Cristo, che perlomeno ha avuto la presunzione di risorgere solo una volta.
    Probabilmente non è un uomo, è una fenice. Attorniato da falchi colombe e ... topi di fogna.

    RispondiElimina
  12. Ha scelto per i servizi sociali. Voglio vederlo all'opera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io preferirei vederlo IN GALERAAAAAAAAA!

      Elimina
    2. a me sembra che i servizi sociali abbiano cose più importanti da fare che preoccuparsi di un demente!

      Elimina
  13. Ma Sansone non era pieno di capelli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, dai capelli treva proprio la sua forza sovrumana, ma erano anche il suo punto debole.
      Si potrebbe dire che i capelli del Berlusco sono i suoi soldi. La sua forza e la sua debolezza.
      va beh dai a proposito di capelli ascoltati questa, quant'è carina?

      Elimina
    2. Sìiii carinissima!!! :)))

      Elimina
  14. Gli elementi che hai citato sono praticamente tutti finto-plasticati.
    E la plastica è uno dei vari problemi senza soluzione creati dall'homo stupidus tecnologicus.
    L'epoca del consumismo liquido la possiamo anche dire l'epoca di plastica, a partire dagli gli ingombranti che ne rappresentano i campioni maggiori.

    RispondiElimina
  15. il tecnico che ho chiamato ad agosto per un problema al frigorifero mi confermava ciò che si sente dire da tempo , che gli elettrodomestici odierni sono fabbricati per durare pochi anni.
    (e per riempire le discariche di carcasse, aggiungo io)
    la chiamano "obsolescenza programmata"
    pensa che questo modello di frigo -philips, classe super risparmio energetico, 900 euro!- l'ho comprato due o tre anni fa, me l'hanno sostituito dopo un mese per un difetto di fabbrica, e una volta all'anno mi tocca chiamare il tecnico, scucendo 50 euro solo per la chiamata.
    per tornare ai nostri politici: ah,per essere ingombranti lo sono!
    quanto? ma tanto!

    RispondiElimina
  16. Rimando sempre al video chiarissimo, semplice e radicalmente vero di Annie Leonard, La Storia delle Cose.

    RispondiElimina
  17. okay grazie lo guarderò tomorrow!

    RispondiElimina

Parla! Adesso o mai più!