venerdì 27 novembre 2009

Il mister dice, Orwell risponde

Il mister dice che il conflitto con la magistratura può portare a una guerra civile.
Vi immaginate? L’esercito dei Berluscones (capeggiati da Bossi che brandisce la spada di Alberto da Giussano) contro l’esercito degli antiberluscones (che impugnano “il foglio” e procedono in ordine sparso incitati dalle urla scomposte di Tonino). E lui, LUI, il re, che dico, l’imperatore, il Carlo Magno, il Napoleone, il più … ,più …, più .. della storia, in nome del quale tra poco si meneranno fendenti a destra e a manca, dov’è? A “utilizzare”? A farsi spiegare come funziona questa nuova moda dei trans, mica di farsi scappare l’ultima novità e lasciare che si divertano solo quelli di sinistra? A trattare banali questioni di soldi -pochi spiccioli per la spesa- con quell’ingorda di Veronica? A studiare le carte dei processi con lo spilungone? A scrivere un SMS minatorio a quel traditore di Fini? Non si sa, dove sia. L’hanno chiamato, ma non risponde. Urge la mia sfera di cristallo. Abracadabra, dove sei Silvietto? Eccolo: è su Krypton, a fare rifornimento di superpoteri, perché ultimamente la sfiga lo perseguita. Sentite, dallo spazio sta incitando i suoi con una supervoce: “Avanti; Savoia! O con me o contro di me! Boia chi molla al grido di battaglia! Si salvi Sansone e muoiano tutti i filistei! Avanti, Calderoli, che fai? Con quella faccia da strangolatore che ti ritrovi, te la fai sotto? Adesso arrivo io e vi metto tutti a posto,razza di fannulloni!” Nel frattempo, l’esercito degli antiberluscones, che fa? Niente! Assolutamente niente! Temporeggia!! Tonino per la rabbia ha gli occhi fuori dalle orbite, Marco non si toglie quel sorrisetto sardonico nemmeno in un momento in cui non c’è niente da ridere, Massimo non vuole sporcarsi la polo, Pierluigi ha freddo, Michele fa finta di pensare, e il popolo, appunto, il popolo, che fa? LEGGE!Legge i giornali comunisti! Legge invece che combattere!! C'è una stupida che sta leggendo George Orwell: "La via più rapida per porre fine a una guerra è quella di perderla"
... Quando arriva Superman e vede la situazione, intima: “Fermi tutti! Con quei cretini di sinistra non c’è neanche gusto a fare la guerra!”

foto da wikipedia: lapide di George Orwell

3 commenti:

  1. Bellissimo post e realistico, ma proprio per questo angosciante. Sì, perchè per me la situazione politica del nostro Paese è ormai diventata un'angoscia quotidiana!

    RispondiElimina
  2. Ornella, non volevo proprio essere angosciante! Potevo terminare con morti e feriti, invece ho stoppato l'assurda idea di "guerra" con la forza della letteratura. Contrapporre al linguaggio volutamente confuso del potere il linguaggio della verità. (Sciascia diceva questo, se non sbaglio)

    RispondiElimina
  3. Tesoro, non volevo assolutamente dire che tu hai voluto essere angosciante! Intendevo dire che poichè dici cose vere, e di cui sono convinta, ogni volta che tratto l'argomento Berlusconi io mi angoscio! Ma nonostante l'angoscia non mi arrendo, resisto e spero in un futuro migliore per i nostri figli! Altrimenti non ci resta che piangere!

    RispondiElimina

Parla! Adesso o mai più!