domenica 17 novembre 2019

Ovunque io sia

 Il mio Oscar personale dei libri letti nel 2019 va alla saga familiare di cui ho terminato la lettura stamattina, in condizioni ottimali cioè a letto, dopo colazione, accanto al mio marito preferito, mentre fuori la pioggia non accenna a desistere, all'inizio di una giornata che si preannuncia pigra e senza programmi.
Il romanzo "Ovunque io sia" di Romana Petri è una vincente e avvincente apologia dell'amore materno.
Tra le sue pagine si dipana il filo indistruttibile di questo legame ancestrale e viscerale, gratuito, che nulla teme e tutto sopporta.
   Tra le sue pagine l'amore materno  scorre impetuoso come la corrente del fiume Tago e inevitabile come quella oceanica che lambisce le coste del Portogallo, luogo dove la vicenda è ambientata.
È un amore capace di nutrirsi con niente e di crescere a dispetto di tutte le avversità del destino.
Il suo profumo è  così forte da mettere in secondo piano tutto il resto: illusioni e speranze giovanili infrante contro il muro dell'età adulta, tradimenti, malattie e dolori.
 Perfino la morte passa in secondo piano quando l'amore materno sopravvive ad essa.



20 commenti:

  1. Anche a me piace leggere a letto, che fuori piova oppure no. Non conosco né questa autrice né la saga familiare narrata in quei libri ma col tuo post mi hai incuriosito. Me lo segno, vedi mai... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io ho letto "il pranzo della domenica " senza sapere che avrei dovuto leggere prima "ovunque io sia", che lo precede.
      Di questa autrice lessi anche "le serenate del ciclone", bell o anch'esso .

      Elimina
  2. Lo cercherò, grazie, ho visto ottime recensioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco fatto trovato e letto. Non è il mio libro, tutt'altro. Ricorda troppo le telenovelas con quel suo affastellarsi di drammi e tragedie. Uomini tutti puttanieri e traditori, donne tutte dedite per un verso o per l'altro ad autoimmolarsi, una Lisbona descritta spesso, ma che mi risulta comunque invisibile e distante, non ne avverto mai davvero il cuore, il profumo. Anche l'uso della lingua non mi è piaciuto. Forse semplicemente non è il mio genere. Viceversa tra i libri da poco finiti mi sono piaciuti Ultima Notte a Twisted River di Irwing, La Neve Era Sporca di Simenon, Questa Creatura delle Tenebre di Thompson, Il Re di Girgenti di Camilleri...

      Elimina
    2. Mi spiace.
      Degli autori che hai citato prediligo Simenon, per la introspezione psicologica dei suoi personaggi.

      Elimina
    3. :) Niente di più difficile che suggerire libri, persino tra amici intimi capita di rado d'avere gli stessi gusti. Poi spesso non dipende nemmeno solo dal libro, è anche il momento a dire la sua. A qualsiasi lettore sarà capitato di amare un testo e poi anni dopo chiedersi cosa diavolo ci si avesse trovoato di buono, vale ovviamente anche il contrario, a volte si riscopre qualcosa che proprio non ci era piaciuto.

      Elimina
    4. sì, hai proprio ragione.

      Elimina
  3. Ciao cara Silvia, non conosco questa autrice ma la tua recensione è coinvolgente, anche per...il mio "core de mamma"!
    Prendo nota e ti auguro un buon inizio di settimana
    Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Core de mamma è un potente antidoto alle brutterie del mondo e può arrivare a gesti estremi solo apparentemente incomprensibili quali la denuncia del proprio figlio.
      La settimana si sta concludendo con tristezza per la morte di un amico di mio marito, una brava persona.

      Elimina
  4. luogo giusto per leggere, a letto al caldo e con la persona giusta vicino

    RispondiElimina
  5. Non comprendo la necessità della persona giusta vicino.

    RispondiElimina
  6. Romana Petri, una bella donna di Roma ( mi sembra che abbia una cinquantina d' anni ) è la figlia di Mario Petri, un eccellente baritono della Lirica italiana ( nonchè attore di svariati film d' avventura ), è un' ottima scrittrice, e traduttrice, italiana .... ed il suo romanzo OVUNQUE IO SIA, così splendidamente commentato da te, mia cara Silvia, merita davvero di esser letto ! 💖

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo del padre ma mi ero accorta della sua avvenenza guardando la foto della quarta di copertina. Sì, è proprio una bella donna, ma quel che conta di più è che scrive benissimo.
      Un caro saluto.

      Elimina
  7. Il culto mariano non e' affatto casuale, direi, nella religione cattolica.

    RispondiElimina
  8. ...il mio marito preferito. Quanti mariti hai? 😅

    RispondiElimina
  9. Una schiera! Sono poligama! Ah ah! Benvenuta!

    RispondiElimina

Parla! Adesso o mai più!