sabato 10 aprile 2021

il medico vestito da rock star

Papà che riceve la puntura militare .. chissà perché ride anche il medico .. non posso più chiederglielo!

Papà che riceve la puntura militare .. chissà perché ride anche il medico .. non posso più chiederglielo!

domenica 21 marzo 2021

in sala civica per il vaccino


Finalmente ieri mamma è stata chiamata per la prima dose di vaccino. Tanti conoscenti e parenti over 80 erano già stati vaccinati e quindi in famiglia cominciava a serpeggiare una sorta di ansia

sabato 20 febbraio 2021

mentre ero in coda per il vaccino, e un libro letto

Mercoledì ero fuori dall'ospedale in coda per il vaccino, e davanti a me -ma poi dietro dato che il mio appuntamento era precedente- c'era una signora di mezza età, operatrice di un hospice.

venerdì 5 febbraio 2021

mia sorella l'influencer

Oggi sono andata a vedere mia figlia che sceglieva il suo abito da sposa,  lei ha chiesto di essere accompagnata da me, dalla mia sorella influencer e da un' amica, che si è portata  appresso la sua seconda figliolina. non essendo la piccina ancora svezzata. 

sabato 5 dicembre 2020

la parola sul Natale sobrio a Enrico, e altri

la nevicata di ieri dal mio balcone
Dopo la pubblicazione del mio pensiero natalizio su italians, ho ricevuto una ventina di mail, alcune concordi altre discordi. Mi piace dare voce a queste lettere, e poi devo mantenere una promessa.

domenica 29 novembre 2020

era quello di prima, sbagliato

 

Per anni ci siamo lamentati del Natale consumistico, del dover correre in mezzo al traffico all'ultimo momento per scovare l'ultimo regalo da mettere sotto l'albero, dell'obbligo morale di invitare lo zio trumposo (leggi imbarazzante) al pranzo di Natale, della cena con i colleghi, del troppo cibo, troppo caos e del pessimo vin brulè di una qualche organizzazione benefica. 

sabato 7 novembre 2020

la vigna di Tommaso

Quanto è fortunato il nostro amico Tommaso ad avere ereditato dal padre questa meravigliosa vigna, la cui foto campeggia sul template del blog? 

venerdì 14 agosto 2020

a zonzo, senza meta

«Soffiava sul lago una breva fredda, infuriata nel voler cacciare le nubi grigie, pesanti, sui cocuzzoli scuri delle montagne»

(Antonio Fogazzaro in Piccolo mondo antico)



domenica 21 giugno 2020

vecchi alberi di mele


Ci hanno fracassato i cabasisi per decenni con la storia della secessione- forse indipendenza- accontentiamoci dell'autonomia.

domenica 7 giugno 2020

i grazi ia fan i sant

Le frasi preferite del mio papi:

domenica 12 aprile 2020

Persone oltre i numeri

Giuditta è la mia vicina di casa. Questo pomeriggio dopo 3 settimane di malattia   è apparsa sul balcone pallida e smagrita.
Lavora come OSS in una residenza per anziani di lusso, ed è lì che ha contratto il virus, dai primi vecchietti che se ne sono andati al creatore, soli come se fossero stati poveri in canna, perché il virus, come la morte, non fa differenze di censo.

venerdì 20 marzo 2020

alle sei del mattino

Alle sei del mattino ti svegli e per un attimo ti chiedi se tutto quello che stai vivendo non sia stato solo un brutto sogno, e quando realizzi che purtroppo trattasi invece di realtà -peraltro mai neanche lontanamente immaginata- ti viene in mente il titolo di quel bellissimo libro "Alle sette del mattino il mondo è ancora in ordine".

sabato 18 gennaio 2020

a vecchiaia è 'na carogna

Prima di immettermi sulla strada principale che collega la mia frazione al centro paese e alla statale butto sempre un occhio agli avvisi mortuari incollati sulla grande muraglia che delimita la piazza della chiesa.

domenica 15 dicembre 2019

un giorno questo dolore ti sarà utile

Mentre aprivo il cesto del cucito per cercare un bottone simile a quello perso pensavo se è  vero che il dolore fortifica o rende migliori, tipo quella frase in latino che tradotta significa un giorno questo dolore ti sarà utile, che è anche il titolo di un romanzo.

sabato 7 dicembre 2019

ai tempi della naia

Ho trovato la fotocopia di una lettera  scritta a un amico ai tempi della naia, ai tempi in cui la naia poteva devastare o comunque cambiare un ragazzo, che partiva in un modo e tornava in un altro. I due fogli sono lucidi, come le fotocopie di una volta, e le parole sono scritte con la macchina per scrivere, di quelle che, se picchiavi i tasti troppo forte, facevano i buchi nel foglio. Ho provato tenerezza non per il destinatario della lettera, della cui identità nemmeno sono sicura, ma per la ragazza che ero allora, disarmata e fragile, sciocca e maledettamente egocentrica. 

venerdì 25 ottobre 2019

ai tempi dell'esame di automatica

Ai tempi in cui mio figlio era in casa e studiava ingegneria al politecnico di Milano, e sembrava non dovesse finire mai, -e invece finì, e Dio fu lodato- capitava che si collegasse via skype con compagni di università. 
In occasione della preparazione all'esame di automatica trascrissi questa conversazione a tre:

domenica 9 giugno 2019

senza consolazione

E' veramente terribile e ingiusto quello che è successo a Bruno, quel nostro cavaliere errante che con il suo stile inconfondibile offre da tanti anni il suo garbato contributo a questo blog.

martedì 23 aprile 2019

una passeggiata nei boschi

Settimana scorsa sono andata a fare una passeggiata nei boschi.

domenica 17 marzo 2019

lasciate che i bambini


Ai personaggi più o meno famosi che impestano i social scrivendo a proposito di Greta  la prima cosa  che  passa loro in quella zucca vuota, ai parrucconi che pontificano dai salotti televisivi della Palombelli  giudicando con sorrisetti di scherno e aria di sufficienza i ragazzi che scioperano per il clima, direi di pettinarsi il cervello prima di esprimere un'opinione. 

lunedì 24 dicembre 2018

sabato 6 ottobre 2018

il povero anatroccolo

Ieri sera ho perso mezz'ora per cercare la ricetta dell'anatra, che cucino un paio di volte l'anno cercando inutilmente di ricordarmi come l'ho fatta la volta prima, e dopo averla cotta e mangiata mi dico sempre devo scrivere la ricetta e forse la scrivo anche, ma poi nel mio disordine biblico non la trovo! 
E così ho deciso di annotarla qui, e chissà mai che il mio blog si trasformi da "adesso sto pensando" ad "adesso sto cucinando", a futura memoria dei miei esperimenti culinari. 
Se siete vegani o se non siete interessati alla cucina, quindi, vi saluto qui. 

mercoledì 22 agosto 2018

io sono qui, e voi?

Herr Peier  mi omaggia di una manciata di uvaspina. 

domenica 29 luglio 2018

a mano a mano


Il temporale è vecchio e stanco, o almeno lui si sente così. Sente che non ha più voglia di sbattersi più di tanto, che non gli importa più di dominare il cielo e di incutere paura in terra. Esplode in un'ultima, inutile sfuriata e si allontana ciabattando e scatarrando, con un solo desiderio, raggiungere la poltrona in salotto, caricare la pipa e  fumarsela in santa pace. 

martedì 15 maggio 2018

ricordi come lampi di rimpianti

È un lampo là fuori, nel cielo scuro e immobile che pare una vecchia lavagna, a catturare lo sguardo e prendersi tutta la scena.