mercoledì 22 agosto 2018

io sono qui, e voi?

Herr Peier  mi omaggia di una manciata di uvaspina. 

domenica 29 luglio 2018

a mano a mano


Il temporale è vecchio e stanco, o almeno lui si sente così. Sente che non ha più voglia di sbattersi più di tanto, che non gli importa più di dominare il cielo e di incutere paura in terra. Esplode in un'ultima, inutile sfuriata e si allontana ciabattando e scatarrando, con un solo desiderio, raggiungere la poltrona in salotto, caricare la pipa e  fumarsela in santa pace. 

martedì 15 maggio 2018

ricordi come lampi di rimpianti

È un lampo là fuori, nel cielo scuro e immobile che pare una vecchia lavagna, a catturare lo sguardo e prendersi tutta la scena.

domenica 11 marzo 2018

la fatica di morire

Dice che è mia figlia ma io sono sicura che sia mia madre, perchè non ricordo di essere cresciuta, di essermi sposata, di aver avuto figli. 

giovedì 18 gennaio 2018

Quando i figli crescono

Anni fa misi in bozza questo brano  tratto dal  diario di Gusen.
L'avevo letto una sera in cui ero furiosa con uno dei miei soliti figli, per uno dei soliti motivi.

venerdì 5 gennaio 2018

venerdì 29 dicembre 2017

al paese di papà

Al  paese di papà è rimasto un solo panificio, che  sforna  pane buono come quello di una volta. Ne acquisto un chilo per me e un chilo per mamma.
Percorrere a piedi quelle strade lungo il fiume da lui tanto amato è come attingere sostanze nutritive dalle mie radici. 

domenica 10 dicembre 2017

guarda, arriva l'aeroplano


dedico questa struggente poesia a mio padre, anche se non può sentirla.
la dedico a lui ma in realtà è per me, per illudermi che queste parole possano anche solo  un poco stemperare la nostalgia, allontanare i sensi di colpa per non essergli stata più vicino, per non avere avuto più pazienza, per quella volta che, quella volta che, quella volta che.

sabato 25 novembre 2017

i cachi del nonno

i cachi di lupo
Ogni anno, un pomeriggio d'autunno arrivava il nonno Pietro con il carico di cachi. Li portava con il carretto tirato dal cavallo. 

domenica 22 ottobre 2017

apro il frigorifero

ma quanto è buona la slinzega?

Apro il frigorifero per fare un planning-pranzo e quel che vedo è:

sabato 14 ottobre 2017

la cotognata

Ho finito or ora di invasare la cotognata. Il profumo particolare delle mele cotogne  è arrivato fino alle stanze da letto, inebriandone i vestiti sparsi alla spera in Dio. Il nostro amico Alberto ha selezionato una quintalata di mele, riservandoci le più belle , dimostrandoci così di preferirci ai suoi due maiali, che pure sono ghiotti di mele cotogne.

giovedì 17 agosto 2017

marmellata salata ... fa rima, ma non è buona.

Di disastri in cucina ne ho combinati parecchi nella mia vita, ma quello di ieri sarà ricordato negli annali domestici della mia famiglia. 

domenica 25 giugno 2017

Arriva alle 7 in punto

Arriva alle 7 in punto, puntuale come un treno svizzero ma con indolenza e senza convinzione, come un marito che dopo il lavoro torna a casa dalla moglie quando invece avrebbe preferito di gran lunga andare a fare bisboccia con gli amici.  

martedì 13 settembre 2016

stasera

Stasera mi voglio vantare, Dio solo sa perchè. Voglio stravolgere la mia tendenza a sottostimarmi, a colpevolizzarmi, a pensare che potevo fare meglio.

sabato 27 agosto 2016

In movimento, di Oliver Sacks.

"A un certo punto mio padre aveva pensato di intraprendere una carriera da neurologo, ma poi decise che la medicina generale sarebbe stata più viva e più concreta perchè lo avrebbe portato a stabilire un contatto più profondo con le persone e la loro vita.

mercoledì 17 agosto 2016

andavamo in vacanza al mare

Vacanza disastrosa a  Esino Lario
Andavamo in vacanza al mare perchè a papà piaceva l'acqua e forse anche perchè quella prima vacanza in montagna nell'estate del 1971 era stata un disastro  fin dal primo giorno con una multa per eccesso di lentezza, il motore in avaria, la casa infestata dai pidocchi. 

mercoledì 3 agosto 2016

domani parto

Mia figlia è tornata da Paros, un'isola greca, e quella pubblicata sul template è la foto a mio parere più bella della vacanza. Lei ha un po' il pallino della fotografia come suo padre. 

giovedì 28 luglio 2016

il magòt, il trumbè e la casa da benedire

Da due settimane ho in casa un muratore salutista, un idraulico etilista e un elettricista a cui non servono aggettivi  essendo già provvisto di rima.

giovedì 14 luglio 2016

le polpettine del riscatto

La legge della murphy - cucina dice che un vaso di vetro, quando si stufa di non essere mai aperto e mai piluccato, quando meno te lo aspetti si lancia nel vuoto, dal terzo ripiano

domenica 3 luglio 2016

dialogo tra un padre goloso e un figlio saggio

Al supermercato, stamane, nella corsia delle merendine mi sono imbattuta in una strana coppia di padre e figlioletto, i cui  ruoli sembravano invertiti.
PADRE (con esagerato entusiasmo): Prendiamo i Pan di stelle?
FIGLIO (con entusiasmo non corrisposto): Mm mm ... No dai ..
PADRE (della serie ritenta sarai più fortunato): Allora prendiamo queste treccine ...
FIGLIO: (rimanendo a distanza di sicurezza): mmm ... No dai ...
PADRE: (non dandosi per vinto): le brioches!
FIGLIO: ne abbiamo a casa ancora ....
Io, che aborro il cibo spazzatura e questiono sempre con G. perché sono contraria alle scorte, quel bimbetto me lo sarei portato a casa.

sabato 25 giugno 2016

l'antipasto è servito


In occasione dell'annuale "mortadella's evening" , evento gastronomico che si svolge a casa nostra in tarda primavera con gli amici walker di G,  ho inventato questo leggero e colorato antipasto. 

domenica 19 giugno 2016

di piedi caldi e freddi, di pane e denti e di chissà cos'altro

Io e un'amica che sbalettiamo in quel di Bellagio
I miei figli la chiamano #la zia ricca#, esagerando volutamente.

domenica 5 giugno 2016

Il sole alto e crudele



E'  il 9 agosto 1978 e il sole è alto e crudele.
La terra arsa, la vegetazione sofferente,  la ragazza  cerca  nella campagna deserta la piccola borsetta contenente i propri documenti.  

domenica 29 maggio 2016

la gallina è un animale intelligente?

foto presa da http://blog.giallozafferano.it/dulcisinforno/torta-di-mele-in-tazza/

Io e g. siamo stati invitati a casa della nonna a bere il caffè e mangiare i pasticcini per il compleanno di una delle mie tanti nipoti,  ma di paste ne sono rimaste solo due,  appoggiate con malagrazia in un angolo del vassoio delle pizzette.